Tenere per una notte il cinghiale in acqua e sale per togliere il sangue, poi, dopo aver tagliato la carne a pezzetti (tipo spezzatino) o a fettine piccole e spesse, per mezza giornata nel vino rosso. Far cuocere poi con rosmarino – salvia – cipolla – olio  per circa due ore. Aggiungere,  se necessario, un po’ di vino. Quando la carne e’ quasi cotta si tolgono gli odori, si aggiunge un trito di prezzemolo – aglio – capperi – alici con un bicchiere di aceto e si termina la cottura, salando opportunamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *